ESPACIO DE HOMENAJE Y DIFUSION DEL CINE ITALIANO DE TODOS LOS TIEMPOS



Si alguién piensa o cree que algún material vulnera los derechos de autor y es el propietario o el gestor de esos derechos, póngase en contacto a través del correo electrónico y procederé a su retiro.




viernes, 8 de febrero de 2013

Uomini Uomini Uomini - Christian De Sica (1996)


TITULO ORIGINAL Uomini Uomini Uomini
AÑO 1995
IDIOMA Italiano
SUBTITULOS No
DURACION 90 min.
DIRECCION Christian De Sica
GUION Christian De Sica, Giovanni Veronesi, Enrico Vanzina
REPARTO Fabrizio Accordino, Paolo Conticini, Carlo Croccolo, Christian De Sica, Paolo Gasparini, Massimo Ghini, Giordana Gey, Alessandro Haber, Lucia Guzzardi, Leo Gullotta, Sofia Nicole, Paco Reconti, Monica Scattini, Stefano Urbani
FOTOGRAFIA Gianlorenzo Battaglia
MONTAJE Raimondo Crociani
MUSICA Manuel De Sica
GENERO Comedia

SINOPSIS Graffiante commedia, con un quartetto di memorabili mattatori. Christian De Sica, Massimo Ghini, Alessandro Haber e Leo Gullotta sono quattro amici alla soglia dei 40 anni, che vivono la loro omosessualità tra mille difficoltà, imprevisti e divertenti malintesi. Tony è un camiciaio schiavo della vecchia e oppressiva mamma; Vittorio un architetto, sconvolto dal tradimento di un collega che ha deciso di sposare una ragazza; Dado un ortopedico ipocondriaco e giovanilista; Sandro un produttore, che ha scoperto di essere gay dopo aver fatto un figlio.



Trama 
Vittorio, architetto, Sandro, produttore, Tony, sarto, e Dado, ortopedico, sono quattro amici omosessuali: si divertono assieme nei locali gay, ed hanno come confidente femminile Simonetta, una costumista non più giovanissima. Vittorio è sconvolto dal tradimento del giovane collega ed ex amante Alex, che ha deciso di sposare una ragazza, da cui attende un figlio, Tony, siciliano, deve affrontare inoltre la convivenza con la vecchia ed oppressiva madre, semi paralizzata e bisognosa di cure. Sandro, che ha scoperto tardi la sua diversità, separato dalla moglie, è alle prese con i problemi psicologici e scolastici del figlio adolescente, che adora ma al quale non osa dire la verità. Dado è il più cinico ed incattivito dei tre: ma non esita a "togliere" a Tony l'amichetto militare, e teme più d'ogni altro lo spettro dell'Aids. Mentre Vittorio affronta il matrimonio di Alex, spacciandosi per suo zio e regalandogli addirittura un appartamento, Sandro tenta invano di sedurre Luca, il giovane ispettore di produzione presentatogli da Simonetta, il quale, sottoposto a pesanti avance in una notte brava dai quattro amici decide di denunciarli, per poi ritrarre. La morte della madre getta Tony nella costernazione, ma ciò non gli impedisce di accettare le avance di un ragazzo di vita che lo deruba. Poi Luca si sposa con Simonetta ed ha due gemelli; Vittorio diventa l'amante clandestino di Alex; Tony si trasferisce a New York; Dado muore d'infarto e Sandro si consola con un bassotto.

Critica
"Grossolana commedia in chiave Gay dell'ambizioso Christian De Sica, che appena si presenta l'occasione non sa resistere ai richiami della caricatura: (...) Il grande De Sica senior da lassù ha un motivo in più per dolersi dell'incorreggibile figlio, che gli usa l'ultimo affronto: dare il nome di Vittorio al suo squallido personaggio". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 30 gennaio 2001)
http://www.comingsoon.it/Film/Scheda/Trama/?key=35215&film=UOMINI-UOMINI-UOMINI

FLASH:
Il principale limite di questo film è, secondo noi, quello di avere messo troppa carne al fuoco, volendo rappresentarci praticamento l'universo completo del mondo gay. I diversi personaggi e le diverse situazioni non hanno lo spazio per il necessario approfondimento e tutto rimane sempre in superfice, appena accennato. Pensiamo che questo sia il difetto comune a tutta la commedia di costume del cinema italiano contemporaneo, non riesce ad entrare dentro ai problemi e alle varie realtà che vuole rappresentare, si accontenta di presentare solo una sequenza di gag e ottiene al massimo degli stereotipi che non si differenziano da quanto abbiamo già visto e rivisto. Un'occasione mancata anche se il film complessivamente si lascia guardare.

SINOSSI - CRITICA - VARIE:
Vittorio, architetto, Sandro, produttore, Tony, sarto, e Dado, ortopedico, sono quattro amici omosessuali: si divertono assieme nei locali gay, ed hanno come confidente femminile Simonetta, una costumista non più giovanissima. Vittorio è sconvolto dal tradimento del giovane collega ed ex amante Alex, che ha deciso di sposare una ragazza, da cui attende un figlio, Tony, siciliano, deve affrontare inoltre la convivenza con la vecchia ed oppressiva madre, semi paralizzata e bisognosa di cure. Sandro, che ha scoperto tardi la sua diversità, separato dalla moglie, è alle prese con i problemi psicologici e scolastici del figlio adolescente, che adora ma al quale non osa dire la verità. Dado è il più cinico ed incattivito dei tre: ma non esita a "togliere" a Tony l'amichetto militare, e teme più d'ogni altro lo spettro dell'Aids. Mentre Vittorio affronta il matrimonio di Alex, spacciandosi per suo zio e regalandogli addirittura un appartamento, Sandro tenta invano di sedurre Luca, il giovane ispettore di produzione presentatogli da Simonetta, il quale, sottoposto a pesanti avance in una notte brava dai quattro amici decide di denunciarli, per poi ritrarre. La morte della madre getta Tony nella costernazione, ma ciò non gli impedisce di accettare le avance di un ragazzo di vita che lo deruba. Poi Luca si sposa con Simonetta ed ha due gemelli; Vittorio diventa l'amante clandestino di Alex; Tony si trasferisce a New York; Dado muore d'infarto e Sandro si consola con un bassotto.
http://www.cinemagay.it/schede.asp?IDFilm=2330

2 comentarios:

  1. Estimado!
    Los links están caídos. ¿Podrías volver a subirles para poder disfrutar de la película?
    Muchas gracias
    Hugo

    ResponderEliminar