ESPACIO DE HOMENAJE Y DIFUSION DEL CINE ITALIANO DE TODOS LOS TIEMPOS



Si alguién piensa o cree que algún material vulnera los derechos de autor y es el propietario o el gestor de esos derechos, póngase en contacto a través del correo electrónico y procederé a su retiro.




miércoles, 9 de octubre de 2013

Eccezzziunale Veramente - Carlo Vanzina (1982)


TITULO ORIGINAL Eccezzziunale... veramente
AÑO 1982
IDIOMA Italiano
SUBTITULOS Español (Separados)
DURACION 95 min.
DIRECCION Carlo Vanzina
GUION Diego Abatantuono, Carlo Vanzina, Enrico Vanzina
MUSICA Detto Mariano
FOTOGRAFIA Alberto Spagnoli
REPARTO Diego Abatantuono, Massimo Boldi, Teo Teocoli, Stefania Sandrelli
PRODUCTORA Cinemedia
GENERO Comedia | Deporte. Fútbol

SINOPSIS Comedia localista y futbolera donde Diego Abatantuono interpreta a tres tifosi: Donato, el líder de los ultras del Milan, que se enamora de la novia del líder de los ultras del Inter; Tirzan, un camionero, fan de la Juventus de Turín; y Franco, un seguidor del Inter al que sus amigos le hacen una broma demasiado pesada: hacerle creer que ha ganado la quiniela. (FILMAFFINITY)

Subtítulos (Español)


Era il 1982 e Diego Abatantuono era reduce dal successo di I Fichissimi, versione all’italiana di Romeo e Giulietta di William Shakespeare con Jerry Calà. Il film che canonizza il personaggio del terruncello, che tornerà anche in Eccezzziunale… veramente, nell’episodio dedicato al camionista Tirzan, meridionale ma tifoso sfegatato della Juventus. La commedia, ormai lo sanno anche le pietre, è infatti divisa in tre episodi distinti, ognuno dedicato a una grande squadra dell’epoca e a un personaggio specifico: Donato Cavallo, capo ultrà del Milan, Franco Alfano tifoso dell’Inter con suocera odiosa al carico e Tirzan, camionista pugliese juventino.
Il film è uno spaccato perfetto della comicità italiana degli anni ’80, con particolare riferimento ai film dedicati al calcio che, negli anni successivi, avrebbe portato ad altri film cult come L’allenatore nel pallone con Lino Banfi nei panni di Oronzo Canà e come Mezzo destro, mezzo sinistro con la coppia Gigi e Andrea, molto in voga all’epoca. Un tridente di produzioni che hanno fatto la storia della commedia all’italiana, lontana sì dall’impegno degli anni ’70 ma anche dal decadimento pecoreccio degli anni ’90 (chi ha detto Boldi e De Sica?).
In occasione del ritorno in sala, Diego Abatantuono ha rilasciato una intervista a La Repubblica in cui ricorda il periodo, svelando alcune chicche: “Ci aspettavamo un grande incasso, come ci fu, perché quello era il mio periodo d’oro. Il terrunciello tirava in un modo pazzesco. Pensi che tra il 1980 e il 1983 feci 17 film, tutti successi clamorosi. Questo poi portò all’esaurimento del personaggio, sfruttato e ipersfruttato, finché nel 1986 Pupi Avati pensò a me per Regalo di Natale, e iniziò la mia seconda carriera. Ma non pensavo che sarebbe diventato così di culto“. Abatantuono racconta che accanto a lui dovevano esserci Troisi, Verdone e Benigni: “Si voleva puntare sulla caratterizzazione regionale e sui dialetti. Ma erano tutti impegnati in altri film, e dovetti fare tutto io, sceneggiatura compresa. D’altronde quello è tutto repertorio che avevo portato in scena al Derby e in giro per l’Italia“.
http://www.qnm.it/intrattenimento/eccezzziunale-veramente-di-nuovo-al-cinema-per-i-30-anni-video-post-105281.html
---
Il film è un vero e proprio classico del cinema che racconta, appunto, le vicende del campionato calcistico. «Tutto cominciò una mattina allo stadio di San Siro»  come racconta la voce off all’inizio della storia e proprio da questa passione (indiscutibilmente italiana), prende spunto la vicenda che segue le avventure parallele di tre soggetti molto divertenti e tutti interpretati da un camaleontico Diego Abatantuono. Il primo è Felice Tirzan, un camionista juventino di origine meridionale, c’è poi il venditore d’autoveicoli interista Franco Alfano, e infine il capo ultrà milanista Donato Cavallo.
I tre si trovano a vivere un’insolita domenica di campionato. Lo juventino Tirzan scambia il proprio veicolo con quello di un collega diretto in Belgio pensando di assistere ad un’importante partita, ma invece quando il camion gli viene rubato cominciano per lui una serie di guai infiniti; Donato si scontra in metropolitana con un gruppo di tifosi interisti dopo che il Milan ha perso il derby e durante lo scontro il capo degli ultrà, l'interista Sandrino, scivola su una buccia di banana e cade a terra perdendo i sensi e Donato pensa di esserne il responsabile; L’ultimo, Franco, mentre sta tornando a casa dalla moglie e dall’odiata suocera si accorge di aver fatto tredici al Totocalcio anche se in realtà presto capirà che si tratta di uno scherzo degli amici.
Diretto da Carlo Vanzina, il film si regge tutto sull’esilarante presenza di un frizzante Diego Abatantuono che nel cast è affiancato da Stefania Sandrelli, Massimo Boldi e Teo Tecoli.
L’attore nonostante abbia recitato nei ruoli più svariati e in film “impegnati” («Regalo di natale», «Mediterraneo») ha mantenuto sempre quest’anima da «strano animale un po’eccezziunale» e il successo della commedia fu tale che nel 2006 ne fu fatto anche un sequel: «Eccezzziunale veramente capitolo secondo... me». Il film sempre diretto da Carlo Vanzina (e sceneggiato dai due fratelli) era ancora una volta interpretato da Abatantuono che ritornava al suo primo ruolo del terrunciello. Qui cambiavano gli attori e la cosa interessante era vedere i vecchi personaggi calati nelle nuova realtà del calcio moderno. 
Per festeggiare i suoi 30 anni, la Nexo Digital offrirà «Eccezzziunale …veramente»  in alta definizione e in digitale. Ancora non è stato comunicato dove il film  sarà distribuito, ma è certo che il pubblicò potrà ri-vivere il calcio come un momento di condivisione e divertimento.
http://www.055firenze.it/art/101664/Eccezzziunale-veramente-torna-cinema


Riferimenti calcistici
Considerate le partite di campionato che compaiono sul televisore, tramite il quale Franco crede d'aver fatto 13 al totocalcio, si deduce che il campionato al quale il film fa riferimento è quello 1981-1982, nel quale sono presenti sia in Serie A che nelle altre serie, tutte le squadre che appaiono scritte sullo schermo (tra l'altro fu anche l'unico campionato disputato in Serie C1 dall' Atalanta).
Tre partite di campionato alle quali si fa riferimento nel film risultano corrette:
*Come appare scritto sul tabellone dello stadio San Siro durante il derby Milan-Inter, il 25 ottobre 1981 l'Inter batté veramente il Milan in trasferta, con una rete proprio di Gabriele Oriali (segnata al 69º minuto).[1]
*Quando Tirzan viene fermato dalla polizia con il suo camion, perdendo a causa loro il derby Torino-Juventus, i bianconeri vinsero realmente 1-0 in trasferta contro i cugini granata, tra l'altro nella stessa giornata del derby milanese.
*Nella stessa giornata di campionato, il Napoli vinse contro il Cesena, ma 3-1 in trasferta.
*Il 4 ottobre 1981 la Juventus vinse veramente in trasferta col Milan, ed il marcatore fu proprio Pietro Paolo Virdis (al 21° del secondo tempo), come riportato nel tabellone che compare durante il film.[2]
Nonostante ciò, sono stati commessi degli errori legati sia ai risultati di campionato che alle date delle partite in questione:
*Quando Donato è al cinema con Loredana, ed ascolta di nascosto la partita Cagliari-Milan, viene dato un rigore ai rossoneri per fallo su Joe Jordan, segnato poi dallo stesso giocatore; non viene detto il risultato della gara, che terminò nella realtà 1-1; i marcatori furono però Battistini per il Milan e Roberto Quagliozzi per il Cagliari.[3]
*Le partite che compaiono sul televisore, e grazie alle quali Franco crede d'aver fatto 13 al Totocalcio, sono tutte sbagliate, ad eccezione di quelle di Torino e Milano che sono giuste, oltre che come partite, anche come risultati.
*Le partite presenti sulla schedina di Franco, due delle quali compaiono sul televisore con risultati diversi, corrispondono al concorso del 22 novembre 1981, in quanto le ultime quattro partite sulla colonna sono Lazio-Cavese (terminata però 1-0) e Varese-Sambenedettese (Serie B), Fano-Forlì (Serie C1) e Carrarese-Pro Patria (Serie C2, ma terminata 3-0).
*Tirzan, a causa del furto del camion dello slavo, perde la gara d'andata di Coppa dei Campioni Anderlecht-Juventus. Come nel film, la partita terminò proprio 3-1 per i belgi.[4] C'è però un'incongruenza temporale: Tirzan arrivò a Parigi dopo che fu giocato il derby vinto con il Torino; ciò non è però possibile, perché la partita di campionato si giocò il 25 ottobre 1981, mentre la gara di Coppa dei Campioni venne disputata il 21 ottobre, ossia 4 giorni prima.
*Alla fine del film l'Inter viene data vincente contro l'Avellino per 5-0, ma la partita si concluse nella realtà solo 1-0 per i nerazzurri.
http://it.wikipedia.org/wiki/Eccezzziunale..._veramente

No hay comentarios:

Publicar un comentario