ESPACIO DE HOMENAJE Y DIFUSION DEL CINE ITALIANO DE TODOS LOS TIEMPOS



Si alguién piensa o cree que algún material vulnera los derechos de autor y es el propietario o el gestor de esos derechos, póngase en contacto a través del correo electrónico y procederé a su retiro.




viernes, 10 de febrero de 2012

Milano-Palermo Il ritorno - Claudio Fragasso (2007)


TÍTULO ORIGINAL Milano Palermo - Il ritorno
AÑO 2007
IDIOMA Italiano
SUBTITULOS No
DURACIÓN 95 min.
DIRECTOR Claudio Fragasso
GUIÓN Rossella Drudi
MÚSICA Pino Donaggio
FOTOGRAFÍA Giovanni Mammolotti
REPARTO Giancarlo Giannini, Raoul Bova, Enrico Lo Verso, Ricky Memphis, Francesco Benigno, Romina Mondello, Gabriella Pession, Libero De Rienzo, Simone Corrente, Silvia De Santis, Luigi Maria Burruano, Alina Nadelea, Claudio Masin, Emanuele De Simone, Pio Di Stefano, Maurizio Matteo Merli, Manuela Morabito, Laura Piovani, Veronika Russo, Nicola Canonico
PRODUCTORA Globe Films / Sanmarco Film
PREMIOS 2007: Premios David di Donatello: Nominada Mejor canción original
GÉNERO Acción. Drama | Crimen. Secuela

SINOPSIS Secuela de "Palermo Milano solo andata" (1996). Turi Leofonte era un contador de la mafia que se había convertido en evidencia para el estado y al parecer ha robado € 500 millones a la Familia. Once años más tarde, el policía que llevó la custodia del preso, ahora lo lleva de regreso, actualmente en libertad, mientras que el nuevo jefe de la mafia no se detendrá ante nada para capturarlo, vengarse y recuperar el dinero para la mafia. (FILMAFFINITY)

Enlaces de descarga (Cortados con HJ Split)

Claudio Fragasso torna dietro la cinepresa con il seguito di "Palermo-Milano: solo andata". Questa volta, la stessa scorta di polizia che aveva accompagnato in carcere Leofonte, il ragioniere della mafia, deve trasportarlo in Sicilia dove potrà ricominciare una nuova vita. Ma sulle sue tracce c'è Rocco Scalia, figlio del boss defunto, pronto a tutto pur di ripagare il torto subito. Il viaggio "di ritorno" si rivelerà lungo e faticoso...
Purtroppo anche per il pubblico.
Per "Milano-Palermo: il ritorno" Claudio Fragasso sceglie lo stesso cast del precedente episodio, arricchendolo di facce nuove provenienti dalla fiction come Simone Corrente e Gabriella Pession. Contando su un soggetto fracassone all'insegna di sparatorie e frasi urlate, Fragasso confeziona un lungo episodio di "Distretto di Polizia" riprendendo i suoi stessi tempi e stili narrativi. Purtroppo, al bravo regista bisogna ricordare che non basta dare a un manipolo di uomini una pistola e ordinargli di sparare alla rinfusa davanti alla cinepresa per realizzare un film di genere. Bisogna semmai poter contare su un buon copione, magari privo di buchi narrativi.
Ecco quindi "Milano-Palermo: il ritorno": un film corrotto dagli echi delle fiction, dei reality, e dei tele-dipendenti.
In Italia si fa sempre più fatica a produrre Cinema, investendo sulla fiction televisiva che rischia di corrompere tutto, anche le buone idee. E infatti il film di Fragasso mirava ambiziosamente a rilanciare "il cinema di genere in Italia" (citando le parole dello stesso regista), ma non ci sembra che colga il bersaglio.
Diego Altobelli


Il film è il sequel del successo di qualche anno fa Palermo-Milano. Solo andata ed è stato nuovamente diretto da Claudio Fragasso e sceneggiato da Rossella Druidi. Le riprese sono terminate a gennaio e la notizia è stata riportata anche da Romina Mondello, protagonista del film insieme a Raoul Bova, in un'intervista rilasciata a Dive&Donna. Il film presenta un cast d'eccezione: Giancarlo Giannini, Raoul Bova, Ricky Memphis, Simone Corrente, Libero De Rienzo, Romina Mondello, Enrico Lo Verso e Gabriella Pession. In Palermo-Milano. Solo andata, un ragioniere della mafia, coinvolto in un processo, doveva essere scortato fino a Milano. La scorta veniva affidata ad un valido poliziotto, supportato da una squadra che si troverà coinvolta in agguati e conflitti a fuoco. In "Milano-Palermo. Il Ritorno" il pentito dovrà tornare nel capoluogo siciliano. Suspence, imprevedibilità, ma anche storie, sentimenti, e paure. Storie di antichi rancori, incomprensioni, dolori e drammi del passato che si risolveranno all'interno di questo viaggio adrenalinico. E noi attendiamo con ansia.

Sinossi
Sono passati undici anni da quando Turi Arcangelo Leofonte ha testimoniato contro il boss Scalia. Dopo undici anni di detenzione, il pentito Turi Arcangelo Leofonte, insospettabile ragioniere della mafia soprannominato "il computer", esce di prigione per decorrenza dei termini. Ungruppo scelto lo accompagnerà per il tragitto inverso, da Milano a Palermo. Come undici anni prima il caposcorta è Nino di Venanzio con il suo braccio destro Remo Matteotti e tre nuovi agenti. Destinazione della scorta è l'aeroporto militare di Pisa. Nel mezzo de tragitto, si susseguiranno sequestri, agguati, assalti ed... immancabili colpi di scena.

Cast
Giancarlo Giannini nel ruolo di: Turi
Turi Arcangelo Leofonte ha passato la vita a tenere i conti della mafia. Di estrema intelligenza, è soprannominato "il computer" per aver appreso a memoria tutti i codici in grado di identificare i conti correnti bancari dei maggiori boss di cosa nostra. Dopo dieci anni di carcere di massima sicurezza, proprio per non aver rivelato alla magistratura quei codici, Turi sta per tornare libero e con in testa una combinazione che vale 500 milioni di euro, ma sia la famiglia Gela, sia la famiglia Scalia contro la quale ha testimoniato nel maxi processo celebrato a Milano 10 anni prima, vogliono vederlo morto. Turi sa che la sua vita è appesa ad un filo...

Raoul Bova nel ruolo di: Nino
Dieci anni prima, Nino ha accompagnato Turi fino all'aula del Palazzo di Giustizia dove si celebrava il maxi processo contro il boss Scalia. Nel drammatico percorso da Palermo a Milano, Nino, a capo di una scorta composta da agenti al loro primo incarico, vede cadere molti dei suoi compagni. Dopo aver assicurato Turi alla giustizia, Nino si era trasformato nell'angelo custode di Chiara, figlia di Turi, durante il programma di protezione della ragazza rimasta vedova del suo migliore amico. Nino non riesce a perdonare a Turi la morte dei suoi compagni e si oppone affinché Chiara veda suo padre. Dieci anni dopo è ancora Nino e gli agenti della sua scorta a dover vegliare sull'incolumità di Turi, in un viaggio a ritroso nello spazio e nel tempo fino a Palermo, per un epilogo inaspettato...

Romina Mondello nel ruolo di: Chiara
Chiara è la figlia maggiore di Turi Arcangelo Leofonte, anzi, la sua unica figlia dopo la morte, dieci anni prima del fratellino e della madre di lei, in un agguato sulla strada per l'aeroporto di Palermo. Arrivati a Milano, dopo la testimonianza di suo padre nel processo contro il clan Scalia, Chiara è stata inserita in un programma di protezione per i famigliari dei collaboratori di giustizia. Dopo la morte di suo marito, Nino, l'uomo che li ha portati vivi fino a Milano, è diventato come un padre per i suoi due figli: Sara, di tre anni, e Stefano di sette anni. Chiara sa che per proteggere i suoi figli dalla vendetta di coloro che vogliono suo padre morto, deve tenerli lontani dal nonno, ma l'amore filiale prende il sopravvento fino all'inevitabile dramma umano che la vede protagonista...
http://www.giovani.it/cinematv/cinema/milano_palermo_ritorno.php


2 comentarios:

  1. Parte 5 es la entrada anterior: Palermo solo andata (1995).
    Hola y gracias por tu trabajo.

    La parte 5 è del precedente post: Palermo solo andata (1995).
    Ciao e grazie per il tuo lavoro.

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Gracias por avisar. Coloqué los verdaderos enlaces.

      Eliminar