ESPACIO DE HOMENAJE Y DIFUSION DEL CINE ITALIANO DE TODOS LOS TIEMPOS



Si alguién piensa o cree que algún material vulnera los derechos de autor y es el propietario o el gestor de esos derechos, póngase en contacto a través del correo electrónico y procederé a su retiro.




martes, 9 de agosto de 2011

La Seconda Ombra - Silvano Agosti (2000)


TITULO La seconda ombra
AÑO 2000
SUBTITULOS No
DURACION 95 min.
DIRECCION Silvano Agosti
GUION Silvano Agosti
PRODUCTOR Silvano Agosti
MONTAJE Silvano Agosti
MUSICA Nicola Piovani
ESCENOGRAFIA Silvano Agosti
GENERO Drama
INTERPRETES Y PERSONAJES
Remo Girone: Franco Basaglia
Victoria Zinny: Franca Ongaro
Eva Mauri
Edo Basso

SINOPSIS Sotto la veste di fattorino quello che sarà il nuovo direttore del manicomio di Gorizia si rende conto delle condizioni in cui vivono i pazienti del manicomio. Tra elettroshock, lobotomie, camicie di forza, percosse e clausura i malati mentali vivono in una raccapricciante situazione. Diventato direttore riesce a modificare il ruolo di operare dei medici e degli infermieri e migliorare le condizioni di vita dei pazienti. Sfrutterà l'ampio giardino dell'ospedale prima interdetto ai pazienti per passeggiate e pranzi all'aperto. Arriverà a proporre l'abbattimento del muro che divide i malati dal resto della società e così avverrà.(Wikipedia.org)


Un uomo vestito in maniera dimessa entra in un manicomio trascinando un carretto e con sguardo vigile osserva i ricoverati e, senza tradire un minimo d’emozione, annota dentro di sé quello che accade. Alcuni pazienti gironzolano meccanicamente in un enorme salone, ascoltando senza interesse il resoconto radiofonico di una partita di calcio; chi è bendato e gettato con forza in una vasca d’acqua gelata; chi è sottoposto all’elettroshockterapia; chi è costretto dalle suore a pregare. L’attento e silenzioso osservatore altri non è che Franco Basaglia (Remo Girone), il nuovo direttore del manicomio di Gorizia che ha usato questo piccolo escamotage per rendersi conto delle condizioni nelle quali versano i ricoverati. Nel suo primo incontro con medici e infermieri espone i principi da cui partirà per condurre la futura battaglia culturale e politica: “La malattia mentale ha la stessa dignità di tutte le altre malattie. Il malato mentale è un uomo”. Come un genitore paterno e affettuoso Basaglia si prende (...)
"Psycho-cult. Psicodizionario del cinema di genere", Senatore Ignazio (Centro Scientifico Editore)   


 « Quando medici e infermieri con la scusa di curarmi, mi torturavano, io mi rifugiavo nella mia seconda ombra, e non sentivo più niente »
 
La seconda ombra è un film del 2000 diretto dal regista Silvano Agosti.
Il film tratta le vicende legate a Franco Basaglia direttore del manicomio di Gorizia e promotore della legge che porta il suo nome che ha rivoluzionato la concezione del malato mentale.
Gran parte del cast è composto da persone che hanno realmente lavorato o vissuto nei manicomi di Gorizia e Trieste.[1][2]
Il titolo del film sarebbe dovuto essere "Il Muro", «perché io volevo raccontare questo momento fiabesco in cui Basaglia ha detto ai suoi 1200 ricoverati buttiamo giù il muro in modo che la gente veda cos’è il manicomio, e ho costruito questa fiaba di questi straordinari personaggi che decidono di buttare giù la barriera fisica che li separa dal mondo circostante, sperando inutilmente che cadano anche tutte le altre barriere... io ho intitolato il film la seconda ombra perché questo personaggio mi ha profondamente colpito, guardate che sintesi perfetta di 250 anni di realtà manicomiale: "Quando medici e infermieri con la scusa di curarmi, mi torturavano, io mi rifugiavo nella mia seconda ombra, e non sentivo più niente". E cos’è la seconda ombra forse? È il destino che ogni persona non ha vissuto e non sta vivendo, mi sarebbe straordinariamente caro che le persone si chiedessero almeno una volta al mese o alla settimana, "ma io sto vivendo il destino che mi ero preconizzato e che volevo vivere?". Sarei tanto contento che i più rispondessero di sì, finora credo che le cose siano organizzate in modo tale che sia abbastanza impossibile rispondere di sì»[3].

1  Provvedini ?. Un film su Basaglia fa discutere gli psichiatri. Il Corriere della Sera, 17 maggio 2000. URL consultato il 21-07-2010.
2  Lietta Tornabuoni. La seconda ombra. La Stampa, 4 giugno 2000. URL consultato il 2010-01-29.
3  Intervento di Silvano Agosti al Seminario Nazionale "Salute mentale e stigma sociale" del 5 maggio 2005, organizzato dal Ministero della Salute
http://it.wikipedia.org/wiki/La_seconda_ombra


3 comentarios:

  1. Link 5 non funziona

    (scusa ma sto prendendo dei film e ti segnalo i link che non funzionano)

    ;)

    ResponderEliminar
  2. Enlace 005 MEDIAFIRE >> FUERA DE LINEA.
    Si le fuera posible corregirlo se lo agradecería.
    Le felicito y le quedo muy agradecido por el enorme trabajo que realiza en su blog.

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Cambiados todos los enlaces en Mediafire (Espero que duren)

      Eliminar