ESPACIO DE HOMENAJE Y DIFUSION DEL CINE ITALIANO DE TODOS LOS TIEMPOS



Si alguién piensa o cree que algún material vulnera los derechos de autor y es el propietario o el gestor de esos derechos, póngase en contacto a través del correo electrónico y procederé a su retiro.




lunes, 3 de octubre de 2011

I figli di nessuno - Raffaello Matarazzo (1952)


TÍTULO I figli di nessuno
AÑO 1952
IDIOMA Italiano 
SUBTITULOS Español (Separados)
DURACIÓN 105 min.
DIRECTOR Raffaello Matarazzo
GUIÓN Aldo De Benedetti (Novela: Ruggero Rindi)
MÚSICA Salvatore Allegra
FOTOGRAFÍA Rodolfo Lombardi (B&W)
REPARTO Yvonne Sanson, Amedeo Nazzari, Françoise Rosay, Folco Lulli, Enrica Dyrell, Teresa Franchini, Gualtiero Tumiati, Alberto Farnese, Aristide Baghetti, Enrico Glori, Olga Solbelli, Nino Marchesini, Rita Livesi, Giulio Tomasini, Enrico Olivieri
PRODUCTORA Coproducción Italia-Francia; Titanus / Labor Films
GÉNERO Drama. Romance

SINOPSIS Guido es el rico propietario de una cantera de mármol y Luisa la hija de uno de sus empleados. Los dos se aman, pero la madre de Guido no ve con buenos ojos este amor debido a la diferencia de clase social. Cuando Luisa da a luz un hijo de Guido, su madre hace raptar al hijo y hace creer a Luisa que el niño ha muerto en un incendio. A partir de ese momento Luisa decide hacerse monja, y Guido, creyendo que ella ha muerto en el incendio (y desconociendo que había tenido un hijo suyo) decide casarse con otra mujer. Pasan los años, y cuando su madre está a punto de morir... (FILMAFFINITY)

Enlaces de descarga (Cortados con HJ Split)
http://www11.zippyshare.com/v/69971291/file.html

I figli di nessuno è un film del 1951 diretto da Raffaello Matarazzo, con Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson, tratto dal dramma teatrale di Ruggiero Rindi e Vittorio Salvoni.
È il remake di un film del 1921 diretto da Ubaldo Maria Del Colle, che collaborò alla nuova pellicola in veste di consulente. Nel 1974 il regista Bruno Gaburro girò un ulteriore remake della pellicola.
Matarazzo diresse anche un sequel: L'angelo bianco (1955).
Il Conte Guido è l'unico figlio di una ricca famiglia proprietaria di una cava di marmo a Carrara. Il padre è morto da molti anni pertanto è la madre che si occupa di gestire l'impresa insieme ad un amministratore senza scrupoli, che si arricchisce sfruttando i lavoratori.
Guido è innamorato di Luisa, la figlia del guardiano della cava, suo dipendente. La contessa madre, però, preferirebbe per il figlio una donna di più alto rango. Con la scusa di fargli acquistare nuovi macchinari per rendere più efficiente l'attività lo convince a recarsi a Londra, dando modo così all'amministratore di cacciare Luisa dalla cava, dopo averle fatto credere che Guido non è più interessato a lei. Nella fuga Luisa perde il suo scialle che finisce nel ruscello e Guido al suo ritorno pensa che la donna sia morta annegata.
In realtà Luisa, che è incinta, ha trovato rifugio presso la casa di un'anziana contadina e ivi dà alla luce un figlio. La contessa madre incarica l'amministratore di rapire il bambino e rinchiuderlo in un collegio. L'amministratore ci riesce, ma, incidentalmente, dà fuoco alla casa della contadina, inducendo Luisa a ritenere che il figlio sia morto nell'incendio. Guido viene a sapere che Luisa è ancora viva, cerca di riconquistarla, ma lei, a questo punto, ha già deciso di farsi suora. Sposa pertanto un'altra donna, Elena, da cui ha una figlia.



Il bambino, allevato in collegio per diversi anni e a cui è stato dato il nome di Bruno, riesce a trovare l'indirizzo dell'amministratore che si occupa di pagare la sua retta. Decide quindi di fuggire per andare a cercare i suoi genitori. L'amministratore dopo avergli raccontato di averlo trovato abbandonato in un campo lo mette a lavorare nella cava.
La contessa madre muore, ma prima di morire, spiata dalla nuora Elena, confessa i suoi peccati al prete. Il Conte Guido decide di licenziare l'amministratore che, per ripicca, organizza un piano per far saltare in aria la cava di marmo. Bruno riesce a conquistare l'affetto del Conte, che, dalla moglie Elena, viene anche a sapere di essere suo padre.
Nell'esplosione della cava Bruno rimane gravemente ferito. Viene ricoverato in ospedale e viene mandata a chiamare anche la madre Luisa. Purtroppo però, accudito dai suoi genitori, il bambino non riuscirà a salvarsi.
http://it.wikipedia.org/wiki/I_figli_di_nessuno_(film_1951)

12 comentarios:

  1. Hola, esta pelìcula ya no esta disponible, pudieras volver a subirla, gracias de antemano, saludos

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. En unos días trataré de solucionarlo (Se me están juntando los pedidos para volver a subir a otro servidor)

      Eliminar
  2. Gracias Amarcord por volver a poner esta pelìcula y te paso el link donde encontrè los subtitulos debidamente sincronizados, saludos
    http://www.sub-titles.net/figli-di-nessuno-i-1951-subtitulos-p1535640

    ResponderEliminar
  3. Los links están caídos, ¿podría volver a subir la película?.
    Muchas gracias.

    ResponderEliminar
  4. Muchísimas gracias!!!!!!!!!

    ResponderEliminar
  5. Hola! Los enlaces 2, 3, 4, 5, 7 no funcionan. ¿Me pueden ayudar? Muchas gracias. Saludos desde Italia!

    ResponderEliminar