ESPACIO DE HOMENAJE Y DIFUSION DEL CINE ITALIANO DE TODOS LOS TIEMPOS



Si alguién piensa o cree que algún material vulnera los derechos de autor y es el propietario o el gestor de esos derechos, póngase en contacto a través del correo electrónico y procederé a su retiro.




domingo, 2 de octubre de 2011

L'Arcidiavolo - Ettore Scola (1966)


TÍTULO L'arcidiavolo
AÑO 1966 
IDIOMA Italiano
SUBTITULOS No
DURACIÓN 103 min.
DIRECTOR Ettore Scola
GUIÓN Ruggero Maccari, Ettore Scola
MÚSICA Armando Trovajoli
FOTOGRAFÍA Aldo Tonti
REPARTO Vittorio Gassman, Claudine Auger, Mickey Rooney, Ettore Manni, Annabella Incontrera, Hélène Chanel
PRODUCTORA Fair Film
GÉNERO Comedia | Siglo XVI

SINOPSIS En el siglo XVI, un diablo es enviado a la tierra para sembrar la discordia entre Florencia y el Vaticano, pero fracasará en sus intentos y se convertirá en un simple mortal. (FILMAFFINITY)


Trama
Quando, nell'anno 1478, Papa Innocenzo VIII e Lorenzo dè Medici riescono a concludere una pace soddisfacente dopo un lungo periodo di ostilità, nell'inferno le potenze demoniache, con a capo Belzebù, si mettono in allarme e decidono di passare al contrattacco inviando sulla terra l'Arcidiavolo Belfagor in sembianze umane ed il suo valletto Adramelek. Belfagor, sostituendosi a Franceschetto Cybo, figlio di Innocenzo VIII che muore suicida, si presenta in sua vece alla corte medicea e, giunto al momento di celebrare le nozze con Maddalena dè Medici, provoca un nuovo stato di guerra pronunciando uno stentoreo "no". Successivamente, quando Belfagor, inorgoglito dal successo, tende a strafare minacciando la purezza della promessa sposa, Maddalena si vendica consegnandolo alle guardie del padre. E' la volta dell'Arcidiavolo di vendicarsi. Avvisata l'intera cittadinanza, Belfagor costringe Maddalena a mostrarsi nuda alla finestra del palazzo. Dopo questo affronto la donna, travestita da militare, rincorre Belfagor e nuovamente lo fa cadere nelle mani della soldataglia proprio quando Belzebù, scontento per il comportamento di Belfagor, gli ha tolto i poteri demoniaci. Ridotto ad uomo, Belfagor sale sul rogo; ma quando le fiamme ne stanno lambendo il corpo divenuto mortale, Maddalena interviene e gli salva la vita.

Critica
"Gassman ha definitivamente abbracciato il Cinquecento: vestito di broccato, con collari plisettati, la calzamaglia sgargiante e l'italiano aulico se ne va cavalcando il suo destriero per i sentieri del revival rinascimentale. Questa volta veste i panni del macchiavelliano Belfagor, l'arcidiavolo ben noto, senza però alcun riferimento al grande scrittore fiorentino. (...)". (P. Pillitteri, "Avanti!", 27/12/1966).
http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=22756



L'arcidiavolo è un film del 1966, diretto dal regista Ettore Scola e girato in particolare a Firenze, Montepulciano e Pienza. La trama riprende in maniera scherzosa le vicende descritte dal Machiavelli nella sua novella "Belfagor arcidiavolo". La pellicola si presenta come un colorito affresco storico in cui ancora una volta Gassman eccelle come attore "rinascimentale" di grande successo, con una caratteristica e riconoscibile parlata medioevale che da colore al personaggio principale di Belfagor da lui interpretato.

Trama
Come citano i riferimenti iniziali, la vicenda narrata nel film si svolge nell'anno del Signore 1478, quando Papa Innocenzo VIII e Lorenzo de Medici decidono di firmare una pace dopo un lungo periodo di ostilità che li aveva visti contrapporsi nella prima fase delle Guerre d'Italia. L'inferno, con a capo Belzebù, ovviamente ne è scosso e teme per la propria sorte: per questo viene deciso di inviare sulla terra l'arcidiavolo Belfagor il quale, assunte sembianze umane, uccide Franceschetto Cybo, il figlio del Papa, destinato a sposare la figlia di Lorenzo de' Medici, e ne assume l'identità. Così facendo si presenta alla corte medicea e, al momento di celebrare le nozze con Maddalena de' Medici, provoca un nuovo stato di guerra rifiutando di unirsi in matrimonio con la figlia del "Magnifico" Fin dall'inizio Belfagor fu accompagnato da Adramalek, un diavoletto pestifero e dispettoso. A differenza di Belfagor, il diavoletto è incapace d'amare, e fin dall'inizio nell'antica Firenze sente freddo. Per il suo spirito diabolico, Belfagor arriva perfino a minacciare la verginità di Maddalena, la quale per tutta risposta lo consegna alla guardie del padre che lo imprigionano. Fuggito dalle carceri, per beffa personale, l'arcidiavolo costringe Maddalena con un inganno a mostrarsi nuda al popolo fiorentino accorso sotto il palazzo, ma ella nuovamente riesce a giocarlo ed imprigionarlo. Belzebù è irritato per la lentezza con la quale Belfagor sta portando a compimento il suo compito e per l'amore sincero che prova per Maddalena e decide pertanto di privarlo dei suoi poteri demoniaci proprio quando viene condannato al rogo. Solo l'intervento provvidenziale di Maddalena e di Lorenzo de' Medici (convintosi dell'innocenza del giovane) lo salverà da morte certa e gli consentirà una vita terrena felice e piena di onori. Adramalek torna all'inferno, mentre Belfagor resta in terra con Maddalena.
RENZO DE SIMONE
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_545232120.html


5 comentarios:

  1. Saludos desde Colombia

    Gracias por este blog maravilloso, el cine Italiano tiene el encanto de lo cristalino, el buen humor, y mucha humanidad.

    En esta pelicula, la parte 05 está mal, por favor revisar.

    ResponderEliminar
  2. Acabo de probar el enlace 05 y funciona, se puede descargar.

    ResponderEliminar
  3. blog incredibile, tutti i ricordi della mia infanzia davanti alla tv! mil gracias

    ResponderEliminar
  4. Links borrados. Agradecido por adelanto si los resubís...
    gracias por el laboro.

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Cambiados todos los enlaces en Mediafire (Espero que duren)

      Eliminar