ESPACIO DE HOMENAJE Y DIFUSION DEL CINE ITALIANO DE TODOS LOS TIEMPOS



Si alguién piensa o cree que algún material vulnera los derechos de autor y es el propietario o el gestor de esos derechos, póngase en contacto a través del correo electrónico y procederé a su retiro.




martes, 17 de noviembre de 2020

Cortile - Antonio Petrucci (1955)

 

TÍTULO ORIGINAL 
Cortile
AÑO 
1955
IDIOMA 
Italiano
SUBTÍTULOS 
Español (Separados)
DURACIÓN 
90 min.
PAÍS
Italia
DIRECCIÓN 
Antonio Petrucci
GUIÓN 
Antonio Petrucci, Gaspare Cataldo, Gino Visentini
MÚSICA 
Angelo Francesco Lavagnino
FOTOGRAFÍA 
Augusto Tiezzi (B&W)
REPARTO 
Eduardo De Filippo, Georges Poujouly, Marisa Merlini, Nando Bruno, Massimo Carocci, Anita Durante, Salvino Di Cristina, Luigi de Filippo, Ignazio Leone, Peppino De Filippo
PRODUCTORA 
Coproducción Italia-España; Chamartín, Romana Film
GÉNERO 
Drama

Sinopsis
Un adolescente escapado de un reformatorio es adoptado por un músico ambulante. Por desgracia, se comete un robo en las cercanías y le acusan del delito, pero tratará de descubrir al verdadero culpable. (FILMAFFINITY)

2 
Sub 

TRAMA CORTILE

Nando, un ragazzo di tredici anni con il vizio del furto, viene messo in un riformatorio. Un giorno riesce a fuggire e si mette a vagabondare per la città, senza avere il coraggio di tornare da sua madre: teme infatti ch'ella lo riporti al riformatorio. Nando fa amicizia con alcuni coetanei e li aiuta nel lavoro che svolgono presso una modesta stazione di rifornimento, nel cortile di un gran casamento popolare. Qui può passare la notte; Marietta, una domestica ancora quasi bambina, gli procura un po' di cibo. Intanto i carabinieri lo ricercano senza sosta e sua madre trascorre ore di angoscia. Nando ha conosciuto anche un altro inquilino del gran casamento: il sor Luigi, un suonatore ambulante, che lo prende con sé e lo manda con il piattino a raccogliere le offerte, dopo aver suonato. Il sor Luigi, dapprima diffidente, s'è poi convinto della fondamentale lealtà ed onestà di Nando, il quale infatti ha giurato a se stesso di non ricadere più nella sua viziosa abitudine. Il sor Luigi s'è affezionato al ragazzo e lo difende a spada tratta, quando la sua padrona di casa, la sora Gertrude, un'affittacamere, accusa il ragazzo di averle rubato due candelieri d'argento. Nando è innocente ed egli stesso, aiutato dai suoi giovani amici, scopre il vero ladro, che è Giulio, il nipote della padrona di casa. La scoperta è accompagnata da un tafferuglio che frutta a Nando una ferita: ricoverato all'ospedale, vi trova la sua mamma, disposta ormai a credere alla sua onestà.

CRITICA DI CORTILE

"Il film risulta un po' statico... ma è in complesso un buon film, interessante per lo studio psicologico di un protagonista [...]. Buoni il commento musicale e la fotografia". (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 39, 1956).

https://www.comingsoon.it/film/cortile/16925/scheda/

6 comentarios: